trekking-etc

Invernale

VAJO DEI CAMOSCI

da Località Ometto

Vistadalla Forcella dei Camosci

Il Vajo dei Camosci è uno dei canali che solca il lato nord del Gruppo del Carega, e nelle giuste condizioni offre una salita non particolarmente impegnativa, moderatamente faticosa, ma di notevole soddisfazione.

Sono d'obbligo ramponi e piccozza, un minimo di dotazione alpinistica, e un minimo di esperienza sullo specifico terreno.

Si possono ammirare splendidi scenari, che includo le cime circostanti, e altri gruppi non distanti delle Piccole Dolomiti, come il Sengio Alto e il Pasubio.

Il percorso qui descritto risale il Vajo dei Camosci fino alla Forcella dei Camosci, a quota 1960, e scende poi per il Vallon di Pissavacca.


Accesso

Ci si inoltra lungo la strada SP 89, Sinistra Leno, che percorre il lato sinistro della Vallarsa, fino a raggiungere l'abitato di Brozzi. Si prosegue ancora, per località Ometto e oltre, fino a raggiungere l'imbocco di una galleria, prima della quale si parcheggia:

Parcheggio


Percorso

Si attraversa la galleria, e si procede lungamente per comoda strada forestale:

Lungo il sentiero

Lungo il sentiero

Dopo aver superato vari bivi, tra cui quello per il Vallon dei Cavai e quello per il Vallon di Pissavacca, si raggiunge l'imbocco del Vajo dei Colori (circa 1h 15' dalla partenza):

Imbocco
del Vajo dei Colori

Si risale la valletta, stando a destra del ruscello

Salendo per il vajo

fino a un salto di roccia:

Salendo per il vajo

Qui si prende la rampa a sinistra

Salendo per il vajo

e la si risale non senza fatica, fino a incrociare la traccia che proviene dal Rifugio Campogrosso. Traversando e scendendo, si punta nuovamente al fondo del Vajo:

Salendo per il vajo

Si sale, procedendo sostanzialmente dritti, lasciandosi sulla sinistra il Vajo dei Colori, e risalendo il ripido Vajo dei Camosci:

Salendo per il vajo

Salendo per il vajo

Al termine del Vajo, occorre traversare a destra

Traversando
per la Forcella dei Camosci

per raggiungere la forcella omonima:

Vista
dalla sommità dei Vajo

Splendida la vista verso il Sengio Alto (foto di apertura).

Si scende ora verso l'ampia busa del Cherlong, inizialmente su pendenza pronunciata, poi via via più dolce, fino a raggiungere il centro dell'anfiteatro.

Si imbocca quindi il Vallon di Pissavacca, e lo si discende lungamente. La valle, prima ampia, poi sempre più angusta, porta ad avvicinarsi sempre più al greto del torrente

Discesa
per il Vallon di Pissavacca

All'altezza di una confluenza da sinistra (scendendo)

20180128_150110

si attraversa verso sinistra e si abbandona il greto del torrente, per imboccare un sentiero nel bosco (segni bianco-rossi):

20180128_150146

Il sentiero, a tratti tortuoso e scosceso, porta infine a raggiugnere la strada forestale percorsa all'andata. La si segue a ritroso fino al punto di partenza.

gb, 2018-01-28

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

7450366