trekking-etc

Descrizione
Escursionismo

TRE CIME DEL BONDONE

giro delle Tre Cime, da Località Le Viote

A poca distanza dal Palon, dove nella stagione invernale si praticano lo sci da discesa e lo snowboard, si trova il parco naturalistico delle Tre Cime del Bondone, dove d'inverno si pratica lo sci da fondo, e nella bella stagione è possible compiere delle gradevoli passeggiate, e non solo.

Viene qui proposto un itinerario che porta a compiere un giro tutto attorno alla Valle del Merlo, toccando i tre rilievi che la contornano.


Accesso

Da Vason o da Garniga, si raggiunge la località Le Viote del Bondone, dove si trova un parcheggio, dal quale è già possibile abbracciare con lo sguardo, da sinistra a destra, la Cima Verde, il Dos d'Abramo e il Monte Cornetto:


Percorso

Dal parcheggio si imbocca il sentiero 607, che costeggia la torbiera. Presto si oltrepassa la Terrazza delle Stelle, con la sua caratteristica cupola metallica:

Poco oltre, si raggiunge uno spiazzo con indicazioni, e si prosegue, superando un tratto ampiamente gradinato:

Sentiero

Si sale lungo il sentiero, che percorre una cresta, detta Costa dei Cavai:

fino a raggiungere i piedi del Monte Cornetto:

Si prosegue, salendo per il sentiero che aggira il Cornetto da ovest, per poi salire alla cima dal versante sud:

Cima Monte Cornetto

Si scende puntando a sud-est. Si passa accanto ad alcune fortificazioni:

Fortificazioni

Poi si scende in direzione del Dos d'Abramo, fino a raggiungere il bivio con il sentiero 638a.

Nota: è possibile evitare la salita sul Cornetto, utilizzando il sentiero 636 che attraversa sotto la cima, sul versante nord.

Si prende il sentiero attrezzato che sale:

Salita Dos d'Abramo

In breve si raggiunge il pianoro sommitale, da cui rapidamente si raggiunge la croce:

Per scendere si imbocca il sentiero attrezzato in direzione nord-est.

Attenzione: non imboccare la ferrata Giulio Segata, ben segnalata, e che si tuffa in una forra stretta e profonda.

Il sentiero attrezzato, sebbene non banale, non offre particolari difficoltà:

Sentiero attrezzato

Il tratto in discesa culmina su una cengia, che si prende verso sinistra (ovest).

Nota: è possibile evitare la salita al Dos d'Abramo, utilizzando il sentiero 636.

Si prosegue verso Cima Verde, percorrendo l'evidente cresta, fino a raggiungere la sommità:

Si riprende il sentiero 636 che scende decisamente in direzione delle Viote. Al bivio con il sentiero per la Val del Merlo, si prende la traccia che costeggia la staccionata e il bosco:

Sentiero

Dopo aver scollinato, il resto del percorso di rientro risulta ben evidente, ricollegandosi presto a quello di andata.

gb, 2012-11-17

Da leggere

trekking-etc

Proposte alpinistiche ed escursionistiche sulle montagne del trentino

di Giorgio Barchiesi, Roberto Dottori

Editore edizioni31

trekking-etc
di Giorgio Barchiesi, Roberto Dottori
Editore edizioni31

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

4122031