trekking-etc

Escursionismo

CRESTE DI LEDRO

da Pieve di Ledro, con rientro a Mezzolago

20180623_121956

Bellissimo percorso, che si eleva notevolmente sopra la Val di Ledro, e percorre suggestive creste erbose, inanellando varie cime, in uno splendido scenario naturale, con panorami eccezionali su tutti i lati.

L'itinerario qui proposto è un anello, che parte da Pieve di Ledro, tocca alcune cime dai 1400 m fino a quasi 2000 m (Monte Cocca, Tomeabrù, Croce di Carét, Monte Parì, Cima Sclapa, Monte Oro), e scende a Mezzolago.

E' necessario un buon allenamento; qualche breve tratto di cresta richiede passo sicuro. E' possibile abbreviare leggermente l'itinerario rinunciando alle cime che non si trovano lungo la direttrice principale.


Accesso

A Pieve di Ledro, che si trova all'estremo occidentale dell'omonimo lago, si trova facilmente parcheggio. Si veda la mappa, dove è indicata un'area di sosta lungo la SS 240.


Percorso

Si segue la SS 240 verso ovest, fino a una rotonda

Bivio stradale

dove si prende a destra verso il centro del paese.

Si attraversano due incroci, proseguendo dritti

Bivio stradale

Incrocio

e si sale dolcemente per stradina asfaltata:

20180623_085319

In breve si raggiunge un bivio, dove si prende a destra seguendo le indicazioni per Sella di Cocca e Malga Savàl:

Bivio dx

Si sale per strada bianca

20180623_085802

fino a un bivio dove si prende a sinistra

Bivio sx

risalendo un sentiero, a tratti ripido:

20180623_090110

Si arriva a un segnavia, e si prosegue per il sentiero

Segnavia

fino a un altro bivio, dove si prende a sinistra

Bivio sx

per poi salire per comoda strada bianca:

20180623_090919

Ad un successivo bivio si lascia la strada

Bivio dx

per riprendere su sentiero:

20180623_091629

Si incrocia di nuovo la strada, proseguendo dritti per sentiero:

Incrocio dritti

20180623_092531

In località Ravel si incrocia nuovamente la strada, proseguendo dritti

Incrocio dritti
località Ravel

per sentiero, lungamente:

20180623_093340

20180623_094248

Il sentiero, a tratti abbastanza ripido, raggiunge la Sella di Cocca:

Sella di Cocca

Con una deviazione a destra, per sentierino

20180623_095700

si raggiunge in 5-10 minuti il Monte Cocca

Monte Cocca

con vista spettacolare sul Lago di Ledro e dintorni:

Vista sul Lago di Ledro
da Monte Cocca

Si torna sui propri passi fino alla sella, per poi proseguire lungamente in direzione nord-nord-est, su sentiero boschivo

20180623_102014

fino a emergere su pascoli verdeggianti e fioriti:

Verdi praterie
prima di Malga Savàl

Al centro della conca prativa, poco più avanti, si trova Malga Savàl:

Malga Savàl

Proprio nei pressi della malga, una traccia di sentiero nell'erba, inizialmente in direzione ovest

Bivio sx

piega poi verso sud-ovest, lungo la costa erbosa:

20180623_105417

Raggiunto il crinale, dirigendosi verso sud

20180623_110234

si raggiunge in 10-15 minuti il Tomeabrù

Tomeabrù

e poche decine di metri più avanti, un punto panoramico:

Punto panoramico
presso il Tomeabrù

In direzione est-nord-est, circa 250 m più elevata, è ben visibile Cima Parì:

20180623_111221

Tornando sui propri passi e proseguendo lungo il crinale, si arriva alla Croce di Carét

Croce di Carét

e proseguendo, ad un bivio

Bivio dx
località Bochét de Carét

dove di prende a destra, in discesa

20180623_113912

fino alla sella di Savàl.

Lasciandosi a destra la malga

20180623_114132

si imbocca la traccia di sentiero che dirige a sud-est verso le pendici di Cima Parì:

20180623_114309

Si risale il sentiero

20180623_114657

20180623_115733

fino a raggiugnere la cresta erbosa

20180623_115948

e poi la croce di Cima Parì:

Cima Parì

Il panorama sulla Val di Ledro, da qui, è decisamente aereo:

Panorama sul Lago di Ledro
da Cima Parì

La vista spazia a 360°; traguardando la vicina Croce di Carét, svetta all'orizzonte il Monte Cadria

Panorama verso Monte Cadria
in primo piano la Croce di Carét

mentre verso est si snoda la cresta erbosa dove prosegue l'itinerario:

Le creste
da Cima Parì verso Monte Oro

Si prosegue, con la necessaria attenzione, lungo il crinale

20180623_121956

o leggermente a sinistra

Bivio sx

20180623_122728

fino a Cima Sclapa:

Cima Sclapa

Si prosegue ancora

20180623_123316

raggiungendo e superando altri due rilievi senza nome, per poi scendere:

20180623_124717

Il sentiero piega a sinistra

20180623_125503

e raggiunge Bocca Dromaé

Bocca Dromaé
piegare a dx

dove si piega decisamente a destra, in direzione sud-sud-est:

20180623_125641

Il sentiero inizia nuovamente a salire:

20180623_130306

20180623_130824

20180623_131618

fino a raggiungere Cima Oro:

Cima Oro

Belle visuali tutto attorno, dalla Valle del Sarca, al Lago di Garda, alla Val di Ledro.

Un crinale in direzione sud-sud-ovest, in leggera discesa

20180623_132726

porta alla Croce dell'Osservatorio, ottimo punto panoramico sul Lago di Ledro:

Croce dell'Osservatorio
e panorama sul Lago di Ledro

Da qui, seguendo le indicazioni per Mezzolago, si imbocca un ripido sentiero che scende prevalentemente verso ovest, con tratti scavati nella roccia e gradinati:

20180623_135657

Presso una palina vi è la possibiltà di una breve variante con scala in grotta, altrimenti si prosegue per il sentiero:

20180623_140428

20180623_141251

In località Sella

Bivio dritti

vi sono indicazioni per Mezzolago sia verso sinistra che dritti. Volendo seguire il sentiero Austro-Ungarico, si prosegue dritti.

Dopo un doppio bivio, verso destra e subito dopo verso sinistra, si prosegue e si arriva a passare accanto a costruzioni e gallerie della Grande Guerra:

Costruzione austro-ungarica

Gallerie
della Grande Guerra

Il sentiero sbuca infine su una strada bianca, che si prende verso sinistra, in leggera salita per qualche decina di metri

20180623_142648

e poi in discesa, con vista sulla Croce dell'Osservatorio:

20180623_142858

Ad un bivio con indicazioni, si scende verso destra, per un sentiero che scende nel bosco:

20180623_143519

Si incrocia due volte la strada bianca, sempre tenendosi sul sentiero.

Ad un bivio con indicazione a destra per Malga Dromaè, si prosegue dritti:

Bivio dritti

Di nuovo si incrocia una volta la strada bianca, proseguendo per sentiero.

Ad un bivio non segnato si prosegue leggermente a sinistra

Bivio dritti

e in breve si raggiunge una casa privata dove si svolta a destra

Casa privata
e bivio dx

scendendo lungo una stradina bianca, a tratti cementata:

20180623_151305

A quota 740 m circa, al bivio ci si tiene a sinistra:

Bivio sx

e poco dopo la strada confluisce sul percorso del lungolago:

Confluenza lungolago

Poco più avanti si attraversa il suggestivo abitato di Mezzolago

Mezzolago
scorcio del centro

svoltando a sinistra al centro del paese, e in pochi passi raggiungendo la SS 240, che si attraversa:

Attraversamento
presso Mezzolago

Si procede ora per poco più di un chilometro sul lungolago

20180623_153129

Lungolago
verso Pieve di Ledro

fino all'estremo occidentale della sponda nord del lago, dove si svolta a destra verso Pieve di Ledro:

20180623_154748

e dopo un brevissimo tratto lungo la SS240

20180623_154949

si riguadagna il punto di partenza.

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

7491692