trekking-etc

Escursionismo

LAGO DI CALDONAZZO

giro del lago

Lago di Caldonazzocon la Vigolana

Di dimensioni paragonabili al Lago di Molveno e al Lago di Ledro, e altrettando bello, il Lago di Caldonazzo presenta una riva orientale non direttamente percorribile.

Per farne il giro occorre quindi scostarsi da essa, salendo un po' in collina, verso gli abitati di Tenna e Ischia. Lungi dal costituire una limitazione, questo allargamento del giro offre anzi vedute e panorami ancor più suggestivi.

Nota dell'autore: Ringrazio Fulvio e Margherita, che hanno suggerito questo itinerario, e hanno invitato me e mia moglie a percorrerlo insieme. Un plauso anche alla loro Border-Collie Dora, che ci ha accompagnato con grande soddisfazione.

Ottobre 2019: Aggiunte due varianti di percorso, segnate in colore più scuro sulla mappa.


Accesso

E' possibile partire da vari possibili luoghi situati lungo il percorso ad anello che circonda il lago. L'autore, provenendo da Trento, ha scelto di parcheggiare in un'area nei pressi di San Cristoforo, visibile sulla mappa.

Vi si arriva facilmente lasciando la SS 47 allo svincolo adiacente, e percorrendo poche centinaia di metri verso il circolo nautico.

E' opportuno informarsi riguardo all'eventuale pagamento della sosta, che dipende dalla stagione.


Percorso

E' sconsigliabile indirizzarsi subito verso la riva, se non per dare uno sguardo al lago,

Lago di Caldonazzo
al mattino

poiché nel proseguo occorrerebbe poi comunque allontanarsene, e percorrere una tratto della SP1, priva di marciapiede e piuttosto trafficata.

Conviene invece uscire dall'accesso settentrionale del parcheggio, e svoltare a sinistra in Via alle Darsene:

20190216_133439

Al successivo incrocio si svolta a sinistra,

Bivio sx

e al successivo a destra, seguendo le indicazioni per la stazione ferroviaria:

Bivio dx

Presso la stazione, si trova un passaggio a livello:

Imbocco pista ciclabile sx

Appena lo si è oltrepassato, si svolta a sinistra, per imboccare la ciclo-pedonabile della Valsugana:

20190216_133833

Si procede lungo di essa per circa 600 metri,

20191023_092059_s

si attraversa un sottopasso,

Sottopasso

e ci si ritrova a costeggiare il lago:

20190216_091330

Poco più avanti, ad un bivio si prende Via dei Zeloni:

Imbocco Via dei Zeloni

Si attraversa l'abitato di Valcanover:

20190216_093558

20190216_093724

Quando si raggiunge il ristorante Valcanover, si svolta a sinistra,

Ristorante Valcanover
e bivio sx

e si attraversa il sottopasso ferroviario:

20190216_094007

Ci si ritrova nuovamente sul lungolago:

20190216_094210

Lo si percorre lungamente, in direzione di Calceranica al Lago:

20190216_095729

20190216_095844

Bella la vista tutto attorno, con splendidi scorci sulle montagne circostanti, come i Piz di Levico:

Vista con pescatoriverso il Piz di Levico

Circa 250 metri dopo aver costeggiato la stazione di Calceranica

20190216_101159

si svolta a destra, per via obbligata, attraversando un sottopasso:

Svolta a dx

Alla successiva rotonda, si esce nella stessa direzione da cui si proviene, e poco più avanti si incontra la strada, che si prende verso sinistra,

Bivio sx

superando il ponte sul Rio Mandola:

20190216_102249

Subito dopo, in corrispondenza del Bar Vital, si svolta a sinistra, per percorrere l'argine destro del corso d'acqua, in direzione del lago,

20190216_103916

fino a riprendere il lungolago:

Lungolago

Lungolago

20190216_105251

Nei pressi di Caldonazzo, il percorso piega verso sinistra, in un alternarsi di moli, spiagge, e stabilimenti balneari:

20190216_105655

Lago di Caldonazzo

Si segue sempre la spiaggia, o la stradina adiacente:

Bivio dritti

20190216_111147

Si raggiunge così il Fiume Brenta, nel punto in cui nasce, come emissario del lago, e scorre verso est-sud-est, parallelo alla SS 47.

Anziché attraversare il ponticello dritto avanti, si svolta a destra, seguento l'argine destro del fiume,

20191023_112808_s

fino a incontrare Via Brenta. La si attraversa,

20191023_113459_s

per prendere il sottopasso che porta dalla parte opposta della strada statale:

20191023_113515_s

Località Brenta sottopasso

Al bivio adiacente, si prende in salita verso sinistra (oppure a destra, vedi Variante del Forte),

Bivio sx

e si prosegue in leggera pendenza, lungo l'antica Via Claudia Augusta:

20190216_113030

Bello il panorama sul lago, con lo sfondo della Vigolana:

Panorama sul lago

Senza puntare alla parte più alta del paese di Tenna,

Bivio dx

si prende Via dei Cavai (oppure Via al Lago, a sinistra, vedi Variante Augusta),

Incrocio dritti

20190216_121459

Via Campolongo,

20190216_122131

Via Pontara:

Bivio dritti

e di nuovo Via Campolongo:

Bivio dx

Sulla destra, una passeggiata corre a lato della strada:

20190216_124232

20190216_125418

Ci si approssima così all'abitato di Ischia:

20190216_125703

Si scende verso la chiesa,

Bivio sx

la si oltrepassa,

20190216_130139

e si attraversa la Strada Provinciale:

Attraversamento

Si percorre Via Don Giovanni Angeli, poi si svolta a destra riprendendo la provinciale:

Bivio dx

Più avanti, si abbandona la strada per una stradina sulla sinistra:

Bivio sx

20190216_131518

Si raggiunge così la SS 47:

Attraversamento

La si attraversa rapidamente, con estrema attenzione, a causa del traffico veloce,

20190216_131908

e si scende a fianco del locale Al Faro:

20190216_132051

Si prosegue lungo il lago:

20190216_132224

Più avanti si svolta a sinistra,

Bivio sx

e in breve si raggiunge il punto di partenza.


Variante del Forte

Da località Brenta, alla piccola rotonda, anziché prendere a sinistra per la Via Claudia Augusta, si prende a destra, seguendo l'indicazione per la Chiesetta di San Valentino.

Il sentiero sale prima verso est, per 400 m o poco più, per poi svoltare bruscamente verso nord-ovest, percorrendo il crinale di Col Brenta, dove il Lago di Levico appare sulla destra:

20191023_120937_s

Seguendo il comodo sentiero,

20191023_120916_s

a 300 m circa dalla svolta si raggiunge la suggestiva chiesetta:

Chiesetta di San Valentino

Bello il panorama sulla Valsugana:

20191023_122854_s

Proseguendo,

20191023_123225_s

si arriva al Forte di Tenna, alle porte del paese:

Forte di Tenna

Si seguono poi Via San Valentino, Via Roma

20191023_125306_s

e Via al Lago, fino a ritrovare l'incrocio con Via dei Cavai.


Variante Augusta

All'incrocio tra Via al Lago e Via dei Cavai, anziché salire per quest'ultima, si svolta a sinistra in Via al Lago, percorrendola in discesa per 300 m circa.

A un tornante, si lascia la strada per prendere una sterrata (quella a destra tra le due che si dipartono dal tornante). Si imbocca così la Via Claudia Augusta:

20191023_131545_s

La si segue per un migliaio di metri circa,

20191023_132015_s

20191023_132417_s

poi a un bivio si prende a destra e poco dopo a sinistra, imboccando Via Valdagni.

Dopo 200 m circa ad un altro bivio si prende a destra, raggiungendo Via Campolongo, che si prende a sinistra, verso nord.

gb, 2019-02-16

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

10123803