trekking-etc

Italia Verbano-Cusio-Ossola Lago d'Orta Mergozzolo Alle pendici del Mottarone
Descrizione
Escursionismo

ALLE PENDICI DEL MOTTARONE

da Omegna

/treks/europe/it/vb/lago-d-orta/girolago/alle-pendici-del-mottarone/panorama-sul-lago/image.jpg

Un bell'itinerario con vista sul Lago d'Orta, che ci svolge nella natura, ma ci porta anche in luoghi ricchi di storia e cultura, e per angoli caratteristici, chiese e paesini.


Accesso

Si può parcheggiare presso il Forum di Omegna.


Percorso

Partendo dal Forum di Omegna superiamo la chiesa della Madonna del Popolo e svoltiamo a sinistra in via A.Nobili.

001-Forum Omegna

Risaliamo prima su asfalto e successivamente su sentiero seguendo il percorso indicato come P3 (direzione Alpe del Barba).

Salita sul P3

Dopo circa un’ora di cammino si raggiungono i ruderi di un vecchio alpeggio; qui il sentiero diviene per un tratto pianeggiante e superato un torrente riprende a salire deciso nel bosco.

Salita sul P3

Raggiungiamo ora l’Alpe del Barba dalla quale si gode una notevole vista sul lago d’Orta e sulla città di Omegna. Dall’Alpe del Barba proseguiamo seguendo l’ampia sterrata che risale a tornanti nel bosco.

003-Alpe del Barba

Proseguiamo fino al bivio dove teniamo la sinistra e raggiungiamo la località Tre Alberi con l’enorme faggio. Seguiamo ora a destra in direzione dell’Alpe Selviana e scendiamo sulla sterrata sabbiosa che ci fa perdere lentamente quota fino a raggiungere l’inizio della strada asfaltata. Qui proseguiamo e raggiungiamo l’Alpe Selviana continuando in discesa in direzione della chiesa di San Maiolo di Agrano.

006-Agrano Chiesa

A fianco della chiesa, in una cappella è custodita una curiosa mummia.

Dirigiamoci verso il cimitero seguendo poi a destra il sentiero che scende nel bosco verso Crabbia. Raggiunto il paese di Crabbia, al bivio svoltiamo a destra seguendo le indicazioni per Borca: presto il sentiero si restringe fino a divenire un single-trak che si snoda nel bosco un poco sopra alla linea ferroviaria Novara-Domodossola.

Camminiamo tra gli alberi fino a raggiungere, dopo una breve discesa, l’abitato di Borca e la chiesa di San Gottardo. Teniamo la sinistra, passiamo sotto un voltone e proseguiamo lungo via Borca fino allo stop. Qui attraversiamo la strada e proseguiamo in leggera salita passando sotto il viadotto e proseguendo fino a quando sulla nostra sinistra vedremo la stazione ferroviaria di Omegna.

Proseguiamo sempre diritto fino alla fine di via Pacinotti in prossimità del passaggio a livello: qui dobbiamo svoltare a destra e seguire fino a raggiungere sulla sinistra il circolo-bar. Ora svoltiamo a sinistra, percorrendo il vicolo Isonzo che in breve ci conduce al punto di partenza presso il Forum di Omegna.


La morta di Agrano

Agrano è stato definito per molto tempo il paese della morta. Questo appellativo nasce dal fatto che in una cappella esterna alla chiesa parrocchiale è conservata una mummia che da secoli è oggetto di una sorta di superstiziosa devozione da parte degli abitanti di Agrano. Ultimamente la mummia è stata restaurata e riposta in posizione orizzontale in una teca di vetro di protezione.

La morta di Agrano

fv, 2014-02-14

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

9383231