trekking-etc

Descrizione
Escursionismo

MONTE CIMONE

da Tonezza

Sacrario del Cimone

Piacevole itinerario nel bosco che, dall'abitato di Tonezza sugli altopiani vicentini, ci porta al sacrario del Monte Cimone.

Questi luoghi ebbero rilevanza strategica durante la Strafexpedition del 1916. Quando l'avanzata degli austo-ungarici perse l'impeto iniziale, sulla cima del Cimone si attestarono, a pochi metri di distanza, le linee di trincea dei due eserciti contrapposti.

Il 23 settembre del 1916, gli austro-ungarici fecero saltare la cima dove erano gli italiani. Fra dispersi, morti e feriti, le vittime furono più di 1.100.


Accesso

Punto di accesso é contrà Vallà di Tonezza del Cimone.

Parcheggio presso il campeggio Amabile

Nei pressi del campeggio Amabile é situato un ampio parcheggio dove é possibile lasciare l'automobile.


Percorso

Dal parcheggio (m.1.082) salire per un breve tratto lungo la strada asfaltata che porta verso il paese.

DSC_0063

Alla seconda curva, prendere a destra la carrareccia (direzione Lasse – M.Cimone)

Bivio all'inizio del sentiero

che, superate alcune case sulla sinistra, entra nel bosco.

La strada strada si restringe fino a diventare un sentiero

DSC_0067

che si segue fino al bivio per l'ossario M.Cimone.

Bivio per l'Ossario del Cimone

Il sentiero inizia a salire, ma sempre dolcemente, costeggiando il limite dell'altopiano. Si incontrano ora le prime trincee.

DSC_0069

Il sentiero si ricongiunge sulla strada asfaltata che proviene da Tonezza (Piazzale degli Alpini, m.1.109).

Bivio presso il piazzale degli Alpini

La si percorre per poche decine di metri, riprendendo sulla destra il sentiero n.536 che rientra nel bosco.

Bivio per M.Cimone

Con una breve salita, dopo una quindicina di minuti si raggiungono le prime postazioni sul limite dell'altopiano (m.1.200). Una lapide commemora i 133 morti dei volontari Schutzen della Carinzia.

Monumento ai caduti dello Schutzenregiment

Poco dopo, una breve digressione sulla sinistra ci porta alla Bolgia delle Streghe.

Sono ben visibili per un recente ripristino le trincee austro-ungariche.

DSC_0089

DSC_0088

DSC_0086

Era questo un saliente che si incuneava fra le trincee italiane. Da qui furono scavate le gallerie utilizzate per lo scoppio delle mine.

Tornati sui nostri passi,

DSC_0092

si raggiunge in breve il sacrario di M.Cimone.

DSC_0109

Il cratere, prodotto dallo scoppio di circa 14.200 kg di esplosivo, ha un diametro di circa 50 metri.

Il sacrario fu costruito su disegno dall'ingegnere vicentino T.Cevese ed inaugurato nel 1929.

DSC_0107

Splendida la vista sulla Valdastico, gli altopiani di Asiago e Lavarone, M.Maggio e il Pasubio.


Ritorno

Il rientro è per lo stesso sentiero di andata.

rd, 2016-07-30

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

7488713