trekking-etc

Rampichino

GIRO DELLE MALGHE

da Passo Vezzena a Campolongo

/treks/europe/it/vi/prealpi-vicentine/altopiano-sette-comuni/giro-delle-malghe/sdc12215/image.jpg

Percorso vario e interessante sull'Altopiano di Vezzena.

Il tracciato (a fondo misto) ripercorre le piste del comprensorio di sci di fondo Vezzena-Campolongo e si protende da passo Vezzena fin sotto le pendici del monte Verena, attraversando territori della prima guerra mondiale.
Nessuna delle diverse malghe incontrate nel percorso costituisce punto di rifornimento o ristoro.

Tuttavia a metà percorso, prolungando l'itinerario di un paio di km, é possibile raggiungere il rifugio Campolongo, generalmente sempre aperto.

La prima parte del tracciato é in territorio trentino; la maggior parte dell'itinerario si svolge però in provincia di Vicenza.

Per chi volesse non percorrere tutto il tracciato, si può dimezzare l'itinerario tornando al punto di partenza prendendo la deviazione per malga Mandriele.


Accesso

Il punto di partenza dell'escursione é situato lungo la strada che da Passo Vezzena porta al centro fondo Millegrobbe.

A sinistra della strada, circa 300 m dopo il passo, in prossimità di una curva verso dx, inizia lo sterrato percorso dal nostro itinerario. In questo punto é possibile parcheggiare l'autovettura.

inizio itinerario

Il Passo Vezzena si trova lungo la SS 349 che da Lavarone conduce ad Asiago.
Proveniendo da Trento, l'accesso più diretto é attraverso la panoramica strada provinciale del Menador o Kaiserjägerweg, che si prende dalla località Lochere.


Percorso

Il tracciato inizia in leggera discesa in direzione est.

prima parte dell'itinerario sullo sfondo il Verena

Dopo circa 1 km, il percorso inizia a salire senza eccessiva pendenza fino a portarsi ad un passo in prossimità di Malga Costesin, situata sulla destra del percorso.

Malga Costesin

Al passo, occorre lasciare la strada sterrata e prendere l'evidente traccia erbosa sulla sinistra che presenta inizialmente un netto cambio di pendenza.

primo bivio deviazione per il bosco

Seguire la traccia fino ad entrare nel bosco.

.

A questo punto il tracciato prosegue in direzione est con una pendenza moderata fino ad uscire nella radura nei pressi di Malga Mandriele.

la radura fuori dal bosco nei pressi di malga Mandriele

Poco oltre, la forestale si immette in una strada asfaltata, ma chiusa al traffico.
Non girare a destra verso la malga, ma percorrere invece la strada asfaltata nella direzione opposta (verso Campolongo).

Rientro breve: chi volesse ridurre la lunghezza del percorso, può girare a destra, passare davanti alla malga Mandriele, percorrere la bella discesa in direzione di campo Rosà, ricongiungendosi a metà discesa al tracciato completo del percorso.

Continuando invece in direzione Campolongo, circa 1 km prima del rifugio omonimo, prendere la deviazione a destra per malga Trugole. Questa strada forestale, con un netto cambio di direzione, inizia a scendere, puntando ad ovest, prima leggermente poi in modo più deciso.

.

Dopo un tratto pianeggiante, superata Malga Trugole, il tracciato riprende a scendere più decisamente fino a che, dopo una decisa curva a sinistra, sale su fondo erboso e con maggiore pendenza fino a raggiungere Malga Posellaro.

nei pressi di malga Posellaro

Da qui la strada riprende su fondo sassoso con una salita meno ripida fino a ricongiungersi dopo circa 1 km alla strada che scende da malga Mandriele.
Al bivio, si prende in discesa la strada asfaltata fino a che, giunti a campo Rosà e alla omonima malga,

campo Rosà sullo sfondo malga Camporosà

il fondo torna sassoso e riprende a salire, sempre agevolmente, in direzione di passo Vezzena.

Dopo essere transitati prima di fronte ad una croce collocata dove era situato un cimitero di guerra

crocefisso presso ex cimitero militare italiano

e poi di fronte al cippo del giovane capitano Fabio Fiore qui caduto, 

cippo commemorativo Cap. di artiglieria Furio Franco

ci si congiunge con la strada percorsa ad inizio giro.

ritorno al primo bivio

Da questo punto si ripercorre lo stesso tracciato dell'andata fino a tornare al punto di partenza.

rd, 2014-05-04

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

9933669