trekking-etc

Trekking Grande Giro del Garda (Rock) Quarta tappa, terza parte
Escursionismo

QUARTA TAPPA, TERZA PARTE

dal Rifugio Pirlo a Salò

Panorama
dalla Corna di Salò

Anche questa è una piacevolissima frazione del Grande Giro del Garda (Rock), che nella sua discesa dal Rifugio Pirlo fino al centro di Salò percorre prima la lunga valle del Torrente Barbarano, poi l'entroterra di Salò, passando per Serniga e per San Bartolomeo, e infine, dal parco soprastante la cittadina, scende verso il centro.

Molto bello l'ambiente naturale nella Valle del Barbarano, con il torrente, i ruscelli che vi affluiscono, le cascatelle, e i boschi. Incantevole l'entroterra, con i suoi paesaggi verdi, i suoi paesini e le sue chiese. Affascinanti i panorami dalla Corna di Salò, sia sulla città che sul Basso Garda, e molto bella la città stessa, con il suo lungolago, le sue piazze, i palazzi e il centro storico.


Percorso

Dal Rifugio Pirlo si torna al Passo dello Spino, e si imbocca il Sentiero delle Gemelle, con indicazione per Verghere e San Michele:

Passo dello Spino
inizio Sentiero delle Gemelle

Oppure si prende la scorciatoia direttamente in prossimità del rifugio (traccia in giallo sulla mappa).

Nel primo caso, si scende per sentiero discretamente ripido,

In cammino
lungo il Sentiero delle Gemelle

ben segnato,

20200626_142328_s

fino a superare i ruderi di Cascina Gemelle,

Cascina Gemelle

e poco dopo arrivare al bivio dove confluisce la scorciatoia:

Bivio in discesa
poi ruscello

Si prosegue in discesa,

20200626_143912_s

costeggiando spesso il Torrente Barbarano, il principale corso d'acqua della verdeggiante valle:

20200626_145410_s

Si scende lungamente, talvolta guadando uno dei ruscelli che vi affluiscono,

20200626_145602_s

rimirando le belle cascatelle che il torrente forma,

20200626_150706_s

Torrente Barbarano
cascatelle

guadando il torrente stesso:

20200626_151237_s

Si tira dritti al bivio con ponticello, dove a destra si dirama il sentiero che risale verso il Buso del Tedesco. Si guada ancora un affluente del torrente, presso località Verghere,

20200626_152059_s

dopodiché su prosegue su strada bianca, con poca pendenza:

20200626_152648_s

Si supera una calcara,

20200626_153426_s

si prosegue lungamente per la stradina,

20200626_154529_s

20200626_155315_s

20200626_155921_s

fino ad approssimarsi all'abitato di San Michele, che non si raggiunge, poiché si piega prima verso destra, su strada:

Bivio dx

Poco più avanti si svolta nuovamente a destra, in Via Serniga,

Bivio dx

si asseconda la curva a sinistra, sul ponte che supera il torrente,

20200626_160355_s

e si prosegue per un paio di chilometri lungo la strada,

20200626_160657_s

ignorando le stradine secondarie:

Bivio dritti

Quando si raggiunge Serniga, si svolta a destra prendendo la seconda delle due stradine (la prima porta al Santuario di San Bernardo, possibile deviazione per chi è interessato):

Bivio dx
poi svolta a sx

Si segue la curva a sinistra della strada, attraversando il piccolo abitato,

Serniga

proseguendo su sterrata, e prendendo il bivio a destra in salita, poco dopo l'uscita dal paese:

Bivio dx

Si sale con qualche tratto ripido,

20200626_163705_s

ci si tiene a sinistra a un bivio,

Bivio sx
poi dritti

si prosegue in salita,

20200626_164334_s

confluendo su una stradina cementata,

20200626_164631_s

poi di nuovo sterrata, e tirando dritti alla successiva diramazione:

Bivio dritti

Si confluisce verso sinistra su strada asfaltata,

Bivio sx

e si volge uno sguardo al panorama:

Panorama
dai pressi di San Bartolomeo

Si sale ancora un po', poi scendendo,

20200626_165438_s

per raggiungere le case che formano l'abitato di San Bartolomeo, dove si prosegue dritti:

San Bartolomeo, dritti

Dopo un breve rettilineo si oltrepassa un cancello (passaggio sulla destra),

20200626_165937_s

si oltrepassa la chiesa (possibile variante di percorso a destra per andarla a visitare),

San Bartolomeo
chiesa

e si prosegue per poco su sterrata,

20200626_170410_s

fino a un bivio, che si prende a destra con indicazione BVG (Bassa Via del Garda):

Bivio dx

Dopo un tratto dritto,

In cammino
prima di scendere a Salò

si tiene la sinistra a un bivio,

Bivio sx

si scende per sentiero con tratti scalinati,

20200626_170927_s

si tira dritti a un bivio,

Bivio dritti

20200626_171217_s

si raggiunge un piccolo spiazzo con panchina e tavolino,

20200626_171349_s

dove deviando a sinistra si raggiunge in poche decine di metri la Corna di Salò, un punto panoramico sopra la città:

Panorama dalla Corna di Salò
verso Salò, Isola di Garda e Rocca di Manerba

Si torna sul sentiero,

20200626_171956_s

si tira dritti a un bivio,

Bivio dritti

ma poi si piega a sinistra,

20191230_143822

e si segue la traccia di sentiero, che scende con qualche zig-zag:

20191230_144357_s

Al fondo del sentiero si converge su una stradina, verso destra:

Confluenza dx

Poco dopo questa converge a sua volta in Via Renzano, dove si svolta a sinistra:

Bivio sx

Si interseca la strada statale, e la si attraversa:

Attraversamento

andando a imboccare Via Silvio Pellico, assecondandone poi la curva a sinistra, e convergendo in Via Belvedere, svoltando a sinistra in Via Pietre Rosse, finché questa confluisce in Via Garibaldi, seguendo la quale si raggiunge in breve Piazza Vittorio Emanuele II, in prossimità della Porta dell'Orologio:

Salò
Porta dell'Orologio

gb, 2020-06-26

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

12515377