trekking-etc

Alpinismo

CIMA D'OLTRO

per Via Normale, da Località Domadore

Via di arrampicata non difficile ma delicata, di ottima soddisfazione per l'alpinista che gradisce le vie poco frequentate e i panorami suggestivi.

Martello e chiodi sono raccomandati, come anche qualche cordino e maglia rapida, per attrezzare o rinforzare qualche punto di calata.


Accesso

Dai pressi di Gosaldo si prende una stradina che porta in località Domadore, dove si trova una piazzola per parcheggiare.


Avvicinamento

Al vicino bivio si prende la stradina per Malga Cavallera. Al successivo bivio, si può proseguire per la stradina o prendere a sinistra il sentiero che sale più velocemente verso la malga.

Avvicinandosi alla malga si vede la sagoma del Sass d'Ortiga:

Si oltrepassa la malga, su traccia di sentiero nell'erba, piegando poi a sinistra e traversando. Al limitare del pascolo si raggiunge e oltrepassa una croce:

Il sentiero prosegue lungamente in costa:

Si raggiunge e supera il bivio per Forcella d'Oltro, passando poi sotto le pareti di Cima d'Oltro:

A destra si apre poi il canalone che risale verso Forcella Gamberina; qui si devia dal sentiero e si risale il canalone:

L'attacco si trova circa a quota 2050 m, alla base di un canale di ghiaia ed erba che sale ripido a destra:


Salita

Si risale il canale, che circa a metà è ostruito da un masso incastrato, fino a raggiungere una forcellina erbosa:

Si traversa a destra fino alla forcellina erbosa successiva. Guardando indietro, si vedono due caratteristici pinnacoli che si trovavano a destra della prima forcellina salendo:

A sinistra sopra la seconda forcellina si apre un canale di roccette di II grado con passaggi di III:

Lo si risale completamente, fino a raggiungere la base di una placca appoggiata che risale verso sinistra:

Si risale la placca, poi si aggira lo spigolo verso destra, e si traversa a sinistra sotto dei tetti gialli, fino a trovare un canalino di II grado, friabile:

Lo si risale interamente, poi si piega a sinistra trovando qualche roccetta e un breve diedro:

Si raggiunge così l'antecima. Si trova un cordino su spuntone, che è consigliabile rinforzare, dal quale si esegue una breve calata verso la forcella tra l'antecima e la cima:

Dalla forcella si raggiunge poi facilmente e rapidamente la cima. Conviene lasciare in loco la corda, per facilitare la successiva risalita se si intende effettuare il rientro dalla via di salita.


Rientro

Esiste una possibilità di rientro che consiste in una decina di calate in corda doppia, sul lato sud sud, con arrivo direttamente nel canalone di Forcella Gamberina.

L'autore e i suoi compagni hanno preferito ripercorrere la via di salita, con una variante. Dopo aver risalito l'antecima (IV-) e essere ridiscesi dal diedro, anziché scendere il canalino friabile, si è attrezzata una calata in corda doppia da un doppio spuntone:

La calata di circa 45 m porta direttamente alla sommità della placca appoggiata. Da lì è possibile opzionalmente fare una seconda calata di 30 m per arrivare alla base della placca.

Il resto del rientro si svolge sullo stesso percorso dell'andata.

gb, 2013-08-09

Copyright © 2010-2021 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

23502871