trekking-etc

Ferrata

GIRO DELLE FARANGOLE

prima parte, da Garés a Rifugio Mulaz, per il Sentiero dei Mar

Cima Campido e Cima Focobonemergono dalle nebbie

Si tratta di uno dei modi più interessanti per raggiungere il Rifugio Volpi di Misurata al Mulaz, per la varietà del percorso e la ricchezza di panorami, sebbene richieda un allenamento adeguato e l'abilità e l'attrezzatura necessarie a percorrere il tratto attrezzato, e tratti di cresta abbastanza esposti.

L'itinerario qui proposto parte da Garés, o da Capanna Cima Comelle, sale a Malga Stia, poi a Forcella Stia, percorre il Sentiero dei Mar (serve attrezzatura da ferrata), risale la parte alta della Valle del Focobon, e raggiunge il Rifugio Mulaz.


Accesso

Si trova un ampio parcheggio presso la Capanna Cima Comelle, a poca distanza dall'abitato di Garés, oppure presso l'abitato stesso, come indicato sulla mappa.


Percorso

Da Capanna Cima Comelle si prende la stradina asfaltata che porta verso l'abitato di Garés, per poi deviare sulla "vecchia strada" che porta direttamente in paese.

Dal parcheggio di Garés, dopo pochi metri verso il centro del paese, si seguono le indicazioni per Malga Stia.

In entrambi i casi si imbocca la strada silvo-pastorale per Malga Stia, che poco dopo il paese presenta un bivio, che offre l'alternativa del sentiero 754, più breve ma più ripido:

Bivio

Salendo per la strada

20180812_071906

si procede a larghi zig-zag, fino a uscire dalla zona di bosco, in vista della malga

Salendo
verso Malga Stia

e a raggiungerla, dopo circa 45 minuti da Garés, o un'ora da Capanna Cima Comelle:

Malga Stia

Si prende il sentiero con indicazione per Forcella Stia, prima su pascolo in lieve salita

20180812_082006

poi su terreno più ripido

20180812_082615

e più ripido ancora:

20180812_083800

Si tralascia una forcellina non segnata e si prosegue su evidente traccia

20180812_085801

raggiungendo così Forcella Stia, dopo circa altri 45 minuti dalla malga:

Forcella Stia

Grandiosi i panorami sulla Valle e il Gruppo del Focobon, in assenza di nuvole.

Si indossa l'attrezzatura da ferrata, e si segue l'indicazione per il Sentiero Attrezzato dei Mar:

20180812_091138

Presto si trova il primo tratto di cordino:

20180812_091447

Si susseguono una serie di tratti attrezzati e non, prevalentemente in salita, ma con qualche ridiscesa:

20180812_091806

20180812_092227

20180812_093016

20180812_093307

20180812_093845

20180812_094102

20180812_094425

Uno sguardo verso il Gruppo del Focobon ci regala un'immagine affascinante di Cima Campido e Cima Focobon:

Cima Campido e Cima Focobonemergono dalle nebbie

Si continua a procedere:

20180812_094800

20180812_095115

Sentiero dei Mar
tratto di cresta

20180812_100645

20180812_101634

Si arriva così al Passo Lucan, dove il cordino per la prima volta, su rocce più chiare, volge decisamente in discesa:

20180812_102649

Di nuovo si alternano tratti attrezzati e non, questa volta prevalentemente in discesa, ma non solo:

20180812_102918

20180812_103903

20180812_104139

20180812_104555

20180812_104731

Uno suardo all'indietro ci mostra la serie di rilievi che compongono la Cresta dei Mar:

Creste dei Mar

Si procede ancora

20180812_105353

20180812_105630

20180812_105947

finché un'ultima "scalinata" in legno conclude il tratto attrezzato:

20180812_110153

Si procede ora in leggera discesa su sentiero, già in vista del Sasso degli Arduini:

20180812_110516

Alla sinistra incombono le pareti delle cime del Gruppo del Focobon:

Campanili dei Lastei di Focobon
e Cima Zopel

Si confuisce presto sul sentiero 722 e si prosegue in salita su quello, prima su comoda traccia:

20180812_111758

20180812_112501

Poi in un alternarsi di traccia e facili roccette:

20180812_113645

20180812_114338

20180812_114757

Si arriva infine in vista del rifugio

20180812_115221

e in pochi minuti lo si raggiunge:

Rifugio Mulaz

Il rifugio si trova al centro di una conca, attorniato dalle stupende cime del Gruppo del Focobon:

Campanili dei LasteiCima Zopel e Cima Campido


Rientro

Le possibilità di rientro sono molteplici, per esempio verso Molino, per il sentiero 722, verso Passo Valles, per il sentiero 751, oppure verso la Val Venegia, per il sentiero 710. Ma nessuno di questi riporta al punto di partenza.

Viene qui proposto il rientro per il Passo delle Farangole e la Valle delle Comelle, descritto nella seconda parte dell'itinerario: dal Rifugio Mulaz a Garés. L'escursionista più allenato potrà fare la prima e la seconda parte in giornata, mentre quello più "tranquillo" potrà fare tappa al rifugio (informarsi preventivamente sulla disponibilità di posti).

gb, 2018-08-12

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

7491689