trekking-etc

Trekking Grande Giro del Garda (Rock) Quarta tappa, prima parte
Sentiero attrezzato

QUARTA TAPPA, PRIMA PARTE

da Gargnano a Gaino

Panorama verso sud
dal Monte Castello di Gaino

Questa prima frazione della quarta tappa del Grande Giro del Garda (Rock) ricalca nella primissima parte la quarta tappa del giro Classic, discostandosene dopo circa 2500 m, a partire dall'abitato di Fornico. Da lì si segue il sentiero che sale fino alla cima del Monte Castello di Gaino, da dove lo sguardo può cogliere ampi e accattivanti panorami su gran parte del lago e dei suoi dintorni.

Il percorso è in generale molto facile. Solo nei tratti prossimi alla cima richiede un po' più di impegno, incluso il tratto attrezzato della parte sommitale. Ma nulla che debba impensierire un escursionista con un minimo di esperienza.


Percorso

Dal centro di Gargnano, presso la Chiesa di San Francesco, ci si dirige verso sud-ovest,

20200625_091822_s

e dopo un paio di minuti si devia a sinistra per Via Donatori di Sangue:

Bivio sx

Si attraversa così il borgo verso sud-ovest,

20200625_092203_s

Gargnano
porticciolo

proseguendo per Via Colletta,

20200625_092559_s

20200625_092921_s

fino a convergere nuovamente sulla strada statale, dove si attraversa,

Attraversamento

e circa 80 m dopo si prende a destra, a un bivio con un segno bianco-rosso non molto visibile, per il sentiero 40:

Bivio dx
per sentiero 40

Si prosegue per via obbligata,

20200625_093359_s

imboccando così un tratto lastricato che sale a fianco di alte mura:

20200625_093822_s

Il sentiero prosegue tra due muretti, che occasionamente lasciano spazio alla vista,

20200625_094127_s

finché si converge su Via Villavetro, e la si prende verso destra, in salita,

Bivio dx

e presto il Monte Castello di Gaino si palesa:

20200625_094844_s

Ad un bivio, si prende leggermente a sinistra per Via Fornico,

Bivio sx

20200625_095322_s

e presto si raggiunge l'abitato,

Fornico
dritti

attraversandolo sempre dritti (segno bianco-rosso per sentiero 41),

Bivio dritti

fino a passare attraverso un portico,

20200625_095836_s_1

alla fine del quale vi è un'indicazione per Navazzo e Monte Castello di Gaino.

Si sale per la comoda stradina,

20200625_095946_s_rotated

mentre inizia ad aprirsi la visuale sul lago:

20200625_101438_s

Quando la stradina, lastricata in cemento,

20200625_103342_s

svolta tutta a sinistra, si prosegue dritti, per sterrata,

Bivio dritti
poi dritti

e subito dopo, quando anche questa piega tutta a sinistra, si va ancora dritti, per sentiero:

20200625_103613

Più avanti, dove il sentiero si biforca, ci si tiene sul ramo di sinistra,

Bivio sx

e si prosegue, sempre in salita:

20200625_104130_s

Più avanti si procede su sterrata e si asseconda un segnavia,

20200625_104622_s

e più avanti ancora, si supera una bella radura con villetta:

20200625_105100_s

Poi la strada bianca converge su una stradina asfaltata, che si prende a destra,

Bivio dx

ma circa 80 m dopo la si lascia per svoltare a sinistra, di nuovo su sterrato,

Bivio sx
poi sx

con segno bianco-rosso per il sentiero 221 (ex 21),

20200625_105708_s

e subito dopo tenersi nuovamente a sinistra:

20200625_105811

Si segue l'ampio sentiero, per circa 500 m,

20200625_110320_s

fino a una deviazione a sinistra:

Bivio sx

Si prosegue,

20200625_111036_s

su un sentiero che a tratti presenta qualche punto leggermente esposto a destra,

20200625_111602_s

20200625_111923_s

mentre la pendenza si fa più pronunciata:

20200625_112825_s

Circa quindici metri prima di raggiungere una selletta, senza particolari indicazioni tranne i segni bianco-rossi, si svolta nettamente a destra:

Bivio dx

Si sale ora su terreno ripido,

Sentiero
salendo al Monte Castello di Gaino

in parte a zig-zag, con tratti attrezzati,

20200625_114406_s

20200625_114523_s

fino a raggiungere la cima:

20200625_114848_s

Ampio e bello il panorama verso il lago, a sud (foto di apertura) e a nord:

Panorama verso nord
dal Monte Castello di Gaino

e la vista sull'entroterra, dove spicca in particolare il Monte Pizzocolo, la meta della frazione successiva:

Monte Castello di Gaino
croce di vetta e vista su Monte Pizzocolo

Si torna sui propri passi fino all'ultima svolta, ma invece di tornare a sinistra, si va a destra, raggiungendo la selletta (indicazione per Gaino su un albero), prendendo di nuovo a destra, verso sud-ovest.

Subito si scende un breve passo di roccette, eventualmente con l'ausilio della corda presente in loco, poi si attraversa una caratteristica strettoia di roccia:

20190309_155313

Occorre seguire con attenzione i segni bianco-rossi, evitando le false piste che scendono ripide a sinistra, almeno per un tratto iniziale:

20200625_122439_s

20200625_122658_s

Poi finalmente si inizia a scendere, decisamente:

20200625_123231_s

A quota 650 m circa, si tralascia una traccia a destra, tenendosi a sinistra:

Bivio dx

Si scende su terreno meno ripido:

20200625_124235_s

A quota 530 m circa, di nuovo ci si tiene a sinistra:

Bivio sx

E lo stesso a quota 480 m circa:

Bivio sx

Si procede, nella parte finale, su stradina:

20200625_125337_s

Si oltrepassa dritti un incrocio:

Bivio dritti

e a quota 360 m circa si svolta a sinistra, lasciando la stradina asfaltata per una cementata:

Bivio sx

Pochi metri dopo si trova, sulla sinistra, l'agriturismo:

Agriturismo Scuderia Castello

gb, 2020-06-25

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

12516212