trekking-etc

Escursionismo

MONTE PELMO

per Via Normale, da Rifugio Venezia

Spallone sud

Stupenda ascensione in ambiente straordinario e con panorami mozzafiato, su una delle più belle cime dolomitiche.

Si susseguono, in magnifica combinazione, una traversata esposta sulla Cengia di Ball, una salita nell'ambiente grandioso del Van, il grande catino naturale situato tra la spalla sud, la vetta e la spalla est, e la salita a tratti esposta sulla cresta sommitale.

Sono richiesti passo sicuro e assenza di vertigini. A inizio stagione il Van presenta facilmente tratti innevati; in tal caso sono necessari ramponi e piccozza. In caso di neve e nebbia, può essere difficile orientarsi senza traccia GPS.

Nota dell'autore: Ringrazio per la compagnia l'amico Armando, che compare in molte foto. Relazione e traccia aggiornate il 2020-08-24.


Percorso

Si parte dal Rifugio Venezia, prendendo il sentiero che sale ripido in direzione nord-ovest:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-normale/sentiero.jpg

Si raggiunge un grosso masso. Lì, o poco prima, si prende a sinistra, per imboccare la cengia:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-normale/bivio-6/image.jpg

Poco dopo si giunge all'attacco:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-normale/attacco/image.jpg

Si risale per roccette, con un iniziale zig-zag:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-normale/attacco.jpg

poi si individua facilmente la cengia a sinistra, e la si percorre:

Cengia di Ball

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-normale/dscn5044/image.jpg

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-normale/dscn5047/image.jpg

I tratti più esposti della cengia sono attrezzati con chiodi o altri ausili utili ad un'eventuale progressione di conserva. Un passaggio particolarmente delicato, il Passo del Gatto, è percorribile carponi o tenendosi a una corda fissa, solitamente presente:

Cengia di Ball
Passo del Gatto

Al termine della cengia, si apre l'ampio catino detto Van:

Ingresso nel Van

Lo si risale, seguendo la traccia di sentiero, a tratti su roccette, a tratti su ripide ghiaie:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-normale/van-1.jpg

Nella parte più alta si risale lungo gradoni di facili rocce, seguendo ometti e tracce di sentiero, oppure su nevaio:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-normale/dscn5062/image.jpg

Dopo essere saliti fino a circa quota 2800, la traccia piega decisamente a sinistra, puntando direttamente alla cresta tra la vetta e la spalla sud, a quota circa 3000 m:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-normale/dscn5072/image.jpg

La cresta appare sulla destra:

La cresta

La si risale seguendo ometti e tracce:

Salendo
lungo la cresta

In qualche tratto si passa molto vicino al bordo della parete nord, che precipita verticalmente:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-normale/cresta.jpg

Si supera un brevissimo passaggio di II grado:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-normale/dscn5092/image.jpg

e si raggiunge in breve la vetta:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-normale/vetta/image.jpg

Dalla cima, si ammira uno sconfinato panorama di gruppi e vallate dolomitiche. Ecco per esempio una vista verso nord-ovest, con il Pelmetto, la Val Fiorentina, e all'orizzonte il Gruppo di Sella:

Panorama dalla cresta


Ritorno

Stesso percorso dell'andata.

gb, 2014-06-22

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

14560758