trekking-etc

Trekking TraversaMarche Prima tappa
Escursionismo

PRIMA TAPPA

da Fabriano a Pierosara

Panoramaverso la Gola della Rossa

La prima tappa di TraversaMarche si sviluppa lungo un territorio bello e vario, valicando lo spartiacque che separa la vallata di Fabriano dal Parco della Gola della Rossa e di Frasassi, transitando per colline in parte coperte da boschi rigogliosi, e in parte da prati e pascoli.

Si parte dalla bella cittadina di Fabriano, il cui centro storico merira sicuramente una visita, e si arriva nell'incantevole paesino di Pierosara, arroccato in posizione panoramica su un piccolo rilievo.

Nella prima metà di maggio, l'aria profuma di acacia, sambuco, ginestra e maggiociondolo, i cui fiori, tra molti altri, sono riccamente presenti lungo l'itinerario.

Il percorso è in generale facile; fanno eccezione solo alcuni tratti della discesa dal Monte di Valmontagnana verso San Vittore Terme, lungo il Sentiero Cagliostro, scosceso e impegnativo, decisamente da evitare in caso di pioggia o terreno bagnato, e sconsigliabile agli escursionisti poco esperti. Per questo viene proposta una variante facile, indicata in verde sulla mappa.


Percorso

Si attraversa Fabriano verso nord-est, percorrendo in sequenza Viale Campo Sportivo,

20170508_083413

poi Via Bruno Buozzi e Via Lamberto Corsi.

Si raggiunge così un bivio stradale

Bivio
per Moscano

che si prende in direzione di Moscano.

Si procede per strada alfaltata, passando un ponte sul Fiume Giano

Ponte

e ignorando il successsivo bivio per Località Case Lattanzi.

Si oltrepassa un doppio sottopasso, che permette di oltrepassare la ferrovia pedemontana delle Marche:

Sottopassi

Si prosegue per strada asfaltata

20170508_092734

ignorando i bivi che si incontrano, tra cui quello per il Resort La Castellaia:

Bivio

Bella la vista verso la vallata di Fabriano:

Panoramaverso Fabriano

Al successivo bivio stradale si prende nuovamente per Moscano

Bivio

ma al tornante che precede l'arrivo in paese si devia, tirando dritti, e imboccando il sentiero 147a:

Bivio

Si prosegue per comodo sentiero

20170508_100641

prestando attenzione, dopo qualche centinaio di metri, a deviare a destra su un sentiero inizialmente poco visibile, evitando di risalire una stradina in parte cementata:

Bivio

Si procede quasi in piano, nella folta vegetazione,

20170508_103232

che solo a tratti si dirada, fino a raggiungere e guadare un ruscello, il Fosso Satrano:

Ruscello

Si inizia di nuovo a salire, su pendenda modesta:

20170508_104917

Ad un primo bivio si piega decisamente a sinistra

Bivio

e ad un secondo, a destra:

Bivio

A un terzo bivio, si procede tenendosi a sinistra

Bivio

e poco dopo si confluisce, all'altezza di un tornante, sulla stradina asfaltata che porta verso Frazione Rocchetta; per il percorso alto, si prende il ramo di sinistra, in salita (per la variante facile si prende invece il ramo in discesa, a destra):

Confluenza

Dopo aver raggiunto e superato il gruppo di case, camminando di nuovo su sterrato, ad un bivio si prende a destra

Bivio

e si prosegue fino a raggiungere lo spartiacque, a quota 700 m circa, a circa 11 Km dalla partenza.

Poi si scende leggermente, sempre lungo il sentiero 147a, ma prima che la pendenza aumenti

20170508_113741

si devia a sinistra in salita, prendendo una traccia di sentiero che si ricongiunge poco dopo al sentiero principale, evitando una discesa e successiva risalita:

Confluenza
da scorciatoia

Si cammina lasciandosi sulla sinistra il Monte Le Conche, giungendo così in Località Baracca, una radura a quota 815 m:

Località baracca

Si prosegue, lasciandosi sulla sinistra il Monte Rimosse, e raggiungendo Località Fontefresca, da dove si prosegue a destra lungo il sentiero 146a, percorrendo un lungo tratto di strada bianca tra i pascoli, passando a destra del Monte Valmontagnana:

20170508_133913

Si arriva così a Casale Romei:

Casale romei

Poco prima del casale, sulla destra, dove la staccionata si interrompe, si esce dalla stradina, scendendo per il prato, fino a lambire il bosco:

20170508_143207

Di lì a poco, si imbocca il sentiero 146, che inizia a scendere sempre più ripidamente nel bosco:

20170508_144555

il sentiero, detto anche Sentiero Cagliostro, presenta alcuni tratti scoscesi, a volte con roccette. In uno di questi tratti è presente un tratto di corda di qualche metro:

20170508_145612

Il panorama è attraente

Panoramadal Sentiero Cagliostro

ma si deve procedere con attenzione, nei tratti più impegnativi ed esposti:

Sentiero Cagliostro

20170508_151337

Poi il sentiero diviene gradualmente meno difficile:

20170508_153127

20170508_153132

20170508_172509

Dopo lunga e faticosa discesa, si raggiunge San Vittore Terme

Vistasu San Vittore Terme

dove si confluisce sulla strada, la si attraversa, si scende per una scalinata

20170508_174322

e si raggiunge l'abbazia, che merita una visita:

Abbaziadi San Vittore

Si prosegue, passando sotto un arco, e attraversando il Fiume Sentino:

20170508_174853

Subito a sinistra si diparte il sentiero 139:

20170508_175636

Il sentiero inizia a salire, e ad un bivio, si prosegue dritti, sul sentiero 117, dal quale si inizia a intravedere l'abitato di Pierosara:

20170508_182127

Lo si raggiunge, se ne risalgono le pittoresche stradine

20170508_183013

fino a giungere al Bivacco Frasassi

B&B Bivacco FrasassiPierosara 1A - 60040 Genga AN

un incantevole B&B dove Lorenzo e Camilla offrono la loro cordiale e squisita ospitalità.


Variante facile

Quando dal sentiero si sbuca sul tornante della stradina aslfatata che porta a Rocchetta, invece di prenderla a sinistra, in salita, la si prende a destra, in discesa. A partire da qui, i successivi punti di riferimento sono:

A circa 1,7 km di distanza, si trova un bivio con croce, e si svolta tutto a sinistra, prendendo la stradina in direzione nord-est;

A circa 2,9 km, la stradina presenta una curva a sinistra, che si segue, ignorando la stradina che si dirama a sinistra al''inizio della curva;

A circa 3,4 km, si attraversa in direzione nord la frazione Case Meloni;

A circa 3,7 km, si ignora il sentiero che si dirama a sinistra, e si prosegue in direzione nord;

A circa 4,3 km, si evita di prendere il sentiero che si dirama verso ovest, e si continua sul sentiero principale;

A circa 5 km, si attraversa il Fosso Costato;

A circa 5,5 km, si attraversa la frazione San Cristoforo, dopodiché la stradina scende per un buon tratto ad ampi tornanti, prima di dirigersi definitivamente verso nord;

A circa 6,5 km, si attraversa il Fosso Lalle;

A circa 7,3 km, si attraversa il Fosso di Montanaro;

A circa 8 km si attraversa un ruscello e poi la frazione Valle Rapara;

A circa 8,8 km si supera località Palombare di Ferro;

A poco più di 9 km si confluisce in Via San Vittore, e la si prende a sinistra, verso nord-ovest;

A circa 9,8 km si raggiunge San Vittore, dove si confluisce sul percorso originario.

gb, 2017-05-08

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

12585813