trekking-etc

Passeggiata

FALCADE

Caviola e Molino, da Canale d'Agordo, per Via Cavallera

Laghetto presso Falcade

Vi è una strada bianca che collega i vari paesi della Valle del Biois. Viene qui descritto il tratto che da Canale d'Agordo porta, rispettivamente, a Caviola, Falcade e Molino. La strada si chiama Via Cavallera, e per la sua comoda percorribilità e i suggestivi scorci, è adatta per intrattenervi piacevoli passeggiate.

Il tratto che va dalla Piazza di Canale d'Agordo fino al ponte sul Torrente Biois, prima di Caviola, è stato recentemente adibito a Via Crucis. Dedicata a Papa Giovanni Paolo I, al secolo Albino Luciani, nativo di Canale d'Agordo, essa è adornata da bassorilievi dello scultore Franco Murer, di Falcade:


Accesso

Canale d'Agordo si trova a lato della SS346, e si raggiunge attraversando il ponte che supera il Torrente Biois. Sono disponibili varie aree di parcheggio.


Percorso

Dalla piazza centrale, dove si trova la stazione iniziale della Via Crucis, si prende la stradina verso nord-ovest, che si insinua tra le case:

Appena superate le ultime case, il sentiero assume il suo carattere prevalente, di comoda strada bianca che sale dolcemente tra i boschi:

Lungo il percorso si incontrano, opportunamente distanziate, le varie stazioni della Via Crucis:

Più avanti si raggiunge una radura, lungo il cui perimetro prosegue la Via Crucis:

Poco dopo si trova un ponte che attraversa il Torrente Biois, portandoci sulla sinistra idrografica. In breve si arriva ad un bivio; svoltando a destra si prende per Caviola, mentre continuando dritti si prosegue verso Falcade.

La strada si snoda ancora un po' nel bosco, con qualche tratto di salita leggermente più pronunciata:

Si incontrano le prime case di Falcade, e dopo un ultimo tratto di bosco, si raggiunge la Piana di Falcade, una grande radura erbosa a sud del centro abitato:

Essa ospita tra l'altro un laghetto per la pesca sportiva, un parco giochi, un bocciodromo.

Bella la visuale sulle Cime dell'Auta:

Si può ora attraversare il ponte, passando così nuovamente sulla sponda destra del torrente. Tornando un po' indietro su questa riva, si trova una caratteristica e suggestiva cascatella con laghetto:

Riprendendo invece la direzione iniziale, si prosegue verso Molino, che si raggiunge dopo aver attraversato un altro ponticello.

Da lì è possibile vedere il Gruppo del Focobon da una posizione davvero favorevole:


Variante di percorso

Alla fine della Via Crucis, prima del ponte sul Torrente Biois, un sentiero si diparte dalla stradina sulla sinistra:

Questo sentiero, adatto all'escursionista, permette di dirigersi direttamente verso Falcade, dove si ricongiunge con l'altro. Percorrendolo, si procede in costa nel bosco:

Si rimane quindi sulla sponda destra del torrente, che resta visibile più in basso:

Nell'ultima parte il sentiero corre in piano a fianco del torrente. In questo modo si raggiunge prima la cascatella con laghetto, e poi il ponte presso la Piana di Falcade.


Ritorno

Stesso percorso dell'andata.

gb, 2013-08-01

Copyright © 2010-2021 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

23199613