trekking-etc

Ferrata

SASS RIGAIS

Per Ferrate est e sud, da Rifugio Firenze

Panorama dalla vetta

Il Sass Rigais è, a pari merito con la Furchetta, la maggiore elevazione del Gruppo delle Odle. Si tratta quindi di un punto di osservazione particolarmente panoramico, con vista da un lato sulla Val Gardena, dall'altro sulla Val di Funes.

La salita per la Via Ferrata est e la discesa per la Via Ferrata sud è un classico delle ferrate dolomitiche, e senza opporre eccessive difficoltà porta l'escursionista ad ammirare scenari stupendi.


Avvicinamento

La traccia presente nella mappa indica il percorso a partire dal Rifugio Firenze, ma un altro punto di partenza conveniente può essere la stazione a monte della funivia del Col Raiser.

In entrambi i casi, le indicazioni per il Sass Rigais presenti ad ogni bivio, per cui è impossibile sbagliare direzione:

Bivio

Si risalgono circa 300 m di dislivello, per comodo sentiero, tra prati verdeggianti, dopodiché si va a prendere l'imbocco di un ampio vallone, sul lato est del Sass Rigais:

Vallone di salita

Lo si risale lungamente:

Risalendo il vallone

Il sentiero porta verso la Forcella Salieres, a quasi 2700 m di quota. Essa divide il Sass Rigais, a sinistra salendo, dalla Furchetta. Splendido il panorama verso Seceda e la Val di Funes:

Panorama su Seceda e Val di Funes

Si risale ancora, per sentiero e roccette

P1030070

L'attacco è segnato da bolli rossi


Salita

La ferrata, inizialmente molto facile, include una breve ridiscesa

DSCN8690

e una serie di staffe nell'unico tratto di parete verticale:

Ferrata est

Per il resto, la salita si svolge su bella roccia, appoggiata e appigliata:

Ferrata est

DSCN8695

Si raggiunge così la vetta:

Sass Rigais vetta

Spettacolare la vista tutto attorno. In primo piano la furchetta:

Panorama dalla vetta La Furchetta


Rientro

Si prende inizialmente verso sud-est, seguendo i cordini:

Ferrata sud

Si scende per rocce articolate, mai particolarmente difficili, in parte su sentiero, in parte per ferrata:

DSCN8713

Ferrata sud

L'ultima parte della discesa si svolge in un canalone, che infine sbocca nei prati sottostanti, dai quali si riguadagna presto il sentiero di andata.

gb, 2012-08-07

Copyright © 2010-2021 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

14798478