trekking-etc

Trekking Grande Giro del Garda (Rock) Ottava tappa, seconda parte
Escursionismo

OTTAVA TAPPA, SECONDA PARTE

da Caprino Veronese a Rifugio Telegrafo

Tramonto
dal Rifugio Telegrafo

Spettacolare frazione del Grande Giro del Garda (Rock), abbastanza imegnativa dal punto di vista fisico, ma emotivamente e scenograficamente molto appagante.

Il percorso si snoda su terreno vario, in gran parte per zone poco frequentate, e il paesaggio cambia continuamente, a mano a mano che si procede e si sale di quota.

Si concatenano le prime due delle otto più significative cime della Dorsale del Baldo, e prima di giungere al Rifugio Telegrafo si transita al Rifugio Fiori del Baldo e al Rifugio Chierego.

Tutti e tre i rifugi sarebbero otime opzioni come punto di arrivo, ma in epoca epidemica, quando l'autore ha percorso l'itinerario, era difficile trovare posto per pernottare.


Percorso

Da Caprino Veronese di sale verso nord per Via Generale Cantore,

20200904_115218_s

e in corrispondenza di una marcata curva a destra, si lascia la strada per imboccare una scalinata,

Bivio sx
oppure dritti

si percorre la stretta viuzza,

20200904_115709_s

e si confluisce in Via Lucchini:

20200904_115947_s

Al successivo bivio si tiene la destra,

Bivio dx

si procede su strada poderale,

20200904_120223_s

20200904_120443_s

e si raggiunge l'abitato di Gaon:

Gaon
e bivio sx

Si prende a sinistra, fino a un altro bivio, dove si prende di nuovo a sinistra, seguendo le indicazioni per il sentiero 662,

Bivio sx
poi dritti

poi si va dritti:

20200904_122319_s

Al successivo bivio si prende a destra,

Bivio dx

e si inizia a salire nel bosco, su strada in parte lastricata:

20200904_122905_s_1

Dopo 350 m circa, si svolta a sinistra,

Bivio sx

e dopo altri 200 m scarsi, si svolta a destra, sempre seguendo le indicazioni del sentiero 662:

Bivio dx

Si prosegue ora, sempre in salita, nel bosco,

20200904_124059_s_1

tirando dritti a un incrocio,

Incrocio dritti

e seguendo il sentiero,

20200904_124446_s

con occasionali viste verso la pianura:

Panorama

Si continua a salire:

20200904_125306_s_1

20200904_125602_s

20200904_130738_s

20200904_131026_s

Verso quota 900 m, si trova una piccola radura,

20200904_132545_s

e un bivio dove si tiene la sinistra:

Bivio sx

Si attraversa una radura più ampia, seguendo i segni bianco-rossi e occasionali paletti:

20200904_132949_s

Alla fine della radura, in corrispondenza di un abbeveratorio, si tiene la destra,

Tenere la destra

e si prosegue:

20200904_135011_s

20200904_135249_s_1

20200904_135823_s_1

Si raggiunge così un cancello,

Passare cancello

con il segno del sentiero su uno dei pali di sostegno:

20200904_142243

Si oltrepassa il cancello, e si prosegue nel bel bosco di faggi:

20200904_142441_s

Si confluisce poi su una strada bianca,

Confluenza dx

sulla quale si prosegue:

20200904_142842_s

Al bivio poco dopo si svolta a sinistra:

Bivio sx

e si prosegue sempre sul sentiero 662, mentre predomina sempre più il terreno a pascolo:

20200904_143411_s

20200904_143919_s

20200904_144815_s

20200904_145619_s

Si sale per un avvallamento erboso,

20200904_145804_s

20200904_150810_s

si supera un laghetto,

Incrocio dritti

20200904_152502_s

20200904_153054_s

finché la vista si apre sulla Cresta del Baldo, dove già si scorgono i primi due rifugi:

Cresta del Baldo
con Rifugio Fiori del Baldo e Rifugio Chierego

Si confluisce sul sentiero che sale da Malga Valfredda,

Confluenza sx

e in breve si raggiunge la cresta, dove si prosegue:

In cresta

Si apre la visuale sul Lago di Garda e i rilievi dell'Alto Garda Bresciano,

20200904_154228_s

mentre verso sud-est si può vedere l'abitato di Spiazzi:

20200904_154451_s

Si continua a salire per sentiero,

20200904_154733_s

lasciandosi a sinistra una strada sterrata,

20200904_155411_s

fino ad arrivare al Rifugio Fiori del Baldo,

Rifugio Fiori del Baldo

dove si può trovare cordialità e un'ottima merenda.

Si prosegue, ancora per sentiero, lasciandosi la carrareccia a sinistra,

Bivio dx

fino a raggiungere il Rifugio Chierego,

Rifugio Chierego

con le sue simpatiche sculture:

20200904_163635_s

Si prosegue per sentiero, salendo verso Cima Costabella,

20200904_164531_s

sulla cui sommità si trova un osservatorio con le indicazioni delle cime circostanti:

20200904_170033_s

Si scende sull'altro versante,

20200904_170241_s

andando a transitare per la Bocchetta del Coal Santo,

Bocchetta Col Santo

per poi risalire,

20200904_171734_s

con accattivanti panorami,

Panorama verso nord

fino al Passo del Camino:

Passo del Camino, sx per vetta

Subito prima del passo, a sinistra, si dirama una traccia di sentiero,

20200904_172958_s

che in breve permette di raggiungere la Vetta delle Buse:

Vetta delle Buse

Da lì, si apre la vista su Punta Telegrafo, e l'omonimo rifugio:

20200904_173126_s

Si torna al Passo del Camino, lo si oltrepassa, scendendo un poco,

20200904_173601_s

e passando a fianco di una caratteristica sentinella:

Mulattiera delle Creste

Si oltrepassa la targa dove si trova la deviazione a sinistra per la Ferrata delle Taccole:

Targa
e deviazione per Ferrata delle Taccole

Per l'eventuale salita della ferrata, si consulti lo specifico itinerario sul questo sito.

Si procede ancora un poco per la Mulattiera delle Creste,

20200904_174447_s

e a un bivio con indicazione per il rifugio, si prende a sinistra:

Bivio sx

Si percorre il sentiero, in qualche tratto attrezzato,

20200904_174852_s

20200904_175250_s

fino a raggiungere il Rifugio Telegrafo:

Rifugio Telegrafo
Gaetano Barana

Belli i panorami dalla terrazza del rifugio:

20200904_185644_s

gb, 2020-09-04

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

13378951