trekking-etc

Descrizione
Escursionismo

GIRO DEL MONTE PELMO

da Forcella Staulanza

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-giro/dscn5121/image.jpg

Stupendo periplo di una delle più belle cime dolomitiche, abbastanza faticoso e impegnativo, ma ricco di soddisfazione e con panorami d'eccezione tutto attorno.

A inizio stagione, a causa degli accumuli di neve, possono servire ramponi/ramponcini e piccozza.

Nota dell'autore: Ringrazio per la compagnia l'amico Armando, che compare in molte fotografie. Faccio presente inoltre che la traccia GPS lungo la Val d'Arcia, percorsa su nevaio, potrebbe non ricalcare fedelmente il tracciato del sentiero 480.


Accesso

Si raggiunge Forcella Staulanza (BL), lungo la SP251, da Selva di Cadore o da Zoldo Alto. Presso il Rifugio Staulanza si trova un'area per parcheggiare.


Percorso

Si prende la traccia di sentiero nel prato di fronte al rifugio, si entra nel bosco e si sale lungo il sentiero 472.

Il sentiero prosegue lungamente, con saliscendi, lungo la costa del Pelmetto:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-giro/sentiero.jpg

In questo tratto del sentiero, la vista volge verso la Civetta, e verso la Moiazza:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-giro/dscn5020/image.jpg

Dopo aver superato alcuni bivi, in località Pala de le Dee, Col de le Crepe Cavallere, Le Mandre, I Lach, ci si trova sul lato sud della montagna, da dove si può vedere La Fessura, ovvero la forcella che separa il Pelmetto dal Pelmo:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-giro/dscn5024/image.jpg

Si prosegue ancora, e dopo un ultimo saliscendi, si raggiunge il Rifugio Venezia:

Rifugio Venezia

Da qui, l'escursionista meno esigente e determinato può tornare sui suoi passi, e dire di aver comunque compiuto un'escursione soddisfacente.

Per proseguire e completare il periplo della montagna, invece, si sale lungo un ripido sentiero di ghiaie:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-giro/sentiero-2.jpg

Fino a un bivio, segnato su un grosso masso:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-giro/bivio-6/image.jpg

Al quale si prende a destra in direzione della Val d'Arcia, sentiero 480.

Si procede prima in costa, poi si inizia a salire decisamente:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-giro/sentiero-3.jpg

Si raggiunge una prima forcella, dalla quale si sale a sinistra, su sentiero che presenta qualche tratto attrezzato:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-giro/cordino/image.jpg

A inizio stagione è possibile trovare accumuli di neve:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-giro/sentiero-4.jpg

Con un ultimo sforzo, si sale alla forcella:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-giro/dscn5127/image.jpg

Davanti, si presenta la Val d'Arcia, che scende alla base delle pareti nord del Pelmo:

/treks/europe/it/bl/pelmo/pelmo/pelmo-giro/dscn5128/image.jpg

Si scende lungo il vallone, seguendo il sentiero, su ghiaie, possibili nevai, e nell'ultima parte di nuovo bosco, fino a raggiungere il punto di partenza.

gb, 2014-06-22

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

13339050