trekking-etc

Sentiero attrezzato

RIFUGIO CIMA D'ASTA "O. BRENTARI"

per la Ferrata "Giulio Gabrielli", da Malga Sorgazza

Cima d'Asta

Itinerario poco frequentato, lungo e particolarmente faticoso visto il sentiero in continuo sali e scendi che collega Forcella Magna a Passo Socede.

La ferrata "G. Gabrielli", pur essendo un percorso attrezzato breve e tecnicamente poco difficile, risulta tuttavia inserita in un ambiente molto severo e solitario, e pertanto richiede massima attenzione e piede fermo.


Accesso

Dalla SS47 della Valsugana, imboccare la SP78 fino a Pieve Tesino.

Qui prendere a sinistra per la "Val Malene" e continuare per 9 km su strada stretta fino a raggiungere Malga Sorgazza e il vicino ampio parcheggio (1445m).

Parcheggio e malga


Avvicinamento

Dal parcheggio seguire il segnavia n°327

Inizio sentiero

che transita pianeggiante dapprima a sinistra del Bacino di Sorgazza

Lago

e poi accanto a un cimitero militare.

Cimitero militare di Sorgazza

La strada forestale prosegue ora in salita in un bel bosco di conifere, si ignorano una serie di deviazioni

Bivio sentieri 386-327

Bivio sentieri 360-327
con ponte

e si sale a pendenza costante

Sentiero 327

fino a scorgere la stazione a valle della Teleferica Brusà (1647m - 45min dal parcheggio).

Teleferica Brusà
stazione a valle

Qui la strada si interrompe e si imbocca il bellissimo sentiero n°380 che in un primo momento si snoda nel bosco,

Sentiero di salita

Sentiero 380

Sentiero n°380

ma che dopo qualche tornante si trasforma in mulattiera militare

Mulattiera

Sentiero 380 (2)

e si dirige comodamente in direzione della Forcella Magna (2117m).

Verso Forcella Magna (2)

Forcella Magna

Si prende a destra la ripida traccia (segn.326) che taglia il versante meridionale di Punta Socede

Traverso

e si scende a Forcella Tellina (2249m).

Forcella Tellina

Seguire le indicazioni per la ferrata fino al suo attacco,

Mulattiera (2)

Avvicinamento

Verso la ferrata

posto sotto ad un caratteristico pilastro color giallo (2263m - 2h45min).

Torrioni rocciosi


Ferrata "Giulio Gabrielli"

Il primo tratto di ferrata è costituito da un cordino metallico ben teso che supera, con vari cambi di direzione, una ripida ma semplice placca granitica.

Ferrata

Dettaglio ferrata

Il cordino poi si interrompe lasciando spazio a una traccia che tra forcelline e sali e scendi

Panorama dalla forcellina

conduce al tratto più caratteristico del percorso, costituito da una parete verticale ben attrezzata con una serie di cambre.

Cambre

Cordino

Terminato questo pezzo, il sentiero riprende erto e faticoso lungo la dorsale del Col Verde,

Dettaglio sentiero

che si raggiunge con ottimo panorama verso la Cima d'Asta.

Col Verde

Ci si cala ora in direzione del Passo Socede (2518m),

Passo Socede

si lambisce il bel Lago di Cima d'Asta

Lago (2)

e da qui in breve si raggiunge il Rifugio "O.Brentari" (2480m - 4h30min).

Rifugio Brentari
presso il Lago di Cima d'Asta


Discesa

La discesa avviene per la "via normale" (segn.327/B).

Placche

Vallone

af, 2020-09-08

Copyright © 2010-2015 trekking-etc - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

13379392